di Mirko Lagonegro, ceo e cofondatore di MDE

Che sia «podcast su podcast», cioè promuoverlo presso chi già li ascolta pianificando una campagna media su Spotify o Spreaker o, come ha ben spiegato Davide in un Punto di MDE di qualche settimana fa, «podcast su visual», cioè rendendolo disponibile sulle properties di grandi editori per raggiungere anche chi non li ascolta regolarmente, l’importanza di studiare la migliore strategia di «amplificazione» con cui promuovere un contenuto audio  è ormai un concetto acquisito dai produttori e, ancor più importante, dai brand che decidono di usare questo formato di comunicazione. Ma sviluppando l’audio strategy dei nostri clienti spesso ci ritroviamo a rimarcare un altro modo di cui dispongono per promuovere i loro progetti podcast: usare i loro «superpoteri». Ecco i più importanti.

La credibilità ed il valore del loro stesso brand. È senza alcun dubbio la più grande risorsa detenuta dalle aziende. Di fatto, divenendone clienti, tante persone si sono predisposte ad avviare una relazione più stretta, che va alimentata nel tempo.

Un’audience preesistente. Tante marche spesso sembra che non si rendano conto di avere già un vasto pubblico potenziale, dato da clienti, partner, dipendenti e fornitori, che possono inoltre diventare efficaci testimonial grazie ai quali ingaggiarne altre. 

La capacità di produrre contenuti. Pressoché tutti i clienti hanno blog, producono video e sono molto attivi sui vari social media: un progetto podcast si inserisce quindi perfettamente in un ecosistema di content marketing già attivo, agevolando la creazione di una strategia di cross-promotion estremamente efficace. 

Attenzione però: per sfruttare tutti questi superpoteri è prima necessario disporre ed attivarne un altro, quello più importante: l’impegno e la disponibilità di diverse funzioni aziendali. Sennò, invece di aver avviato un dialogo continuativo con i propri consumatori con cui creare una brand audience esclusiva, si è semplicemente eseguita l’ennesima attività pubblicitaria.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.