Le novità da ascoltare

Il piacere di ascoltare, scrive Gozzoli. Ecco, se volete farvi un regalo ascoltate La disciplina di Penelope, una produzione di Chora Media per Rai Radio1 (la trovate gratis su Rai Play Sound). Vi garantisco che non ve ne pentirete. È una fiction sonora in sei puntate. Chi non è giovanissimo pensi agli sceneggiati radiofonici di una volta. Anche se qui siamo proprio su un altro livello, innanzitutto da un punto di vista tecnologico.
Il podcast è l’adattamento audio dell’omonimo giallo di Gianrico Carofiglio ambientato a Milano (il libro è edito da Mondadori ed è uscito l’anno scorso). La protagonista è Penelope Spada, ex magistrata che si ritrova, suo malgrado, a investigare sull’omicidio di una donna. La storia si sviluppa attraverso i dialoghi tra i diversi personaggi, interpretati da dieci attori (più un cameo di Carofiglio). L’unico elemento di narrazione è rappresentato dai soliloqui di Penelope.
È un lavoro straordinario, anche nel senso letterale di fuori dall’ordinario: in Italia non era ancora stato realizzato qualcosa in grado di risultare così immersivo, aspetto a cui l’utilizzo di tecnologie audio binaurali contribuisce molto (per rendervi conto di cosa sto parlando dovete ascoltare con le cuffie). Ma la qualità è altissima da ogni punto di vista: scrittura e sceneggiatura (se n’è occupato Jonathan Zenti con la supervisione di Stefano Bises e la cura editoriale di Sabrina Tinelli e Michele Rossi), suoni (opera di Guido Bertolotti e Luca Micheli), musiche (le ha create Micheli), interpretazione (gli attori sono Valentina Mandruzzato, Massimiliano Speziani, Giovanni Franzoni, Paolo Agrati, Giuseppe Palasciano, Dario Sansalone, Roberta De Stefano, Anahì Traversi, Giada Agostoni, Francesca Milano). A tenere insieme le fila di tutto è stata la producer Valentina Meli.
Ascoltatelo e, se vi va, fatemi sapere.
P.s. Il podcast verrà presentato lunedì 4 aprile a Roma e martedì 5 a Milano.

 
Il team, quasi al completo, dietro a La disciplina di Penelope (foto di Riccardo Diotallevi)
  • Se avete voglia di fiction, vi consiglio anche la nuova stagione di Le trappole della vita, serie prodotta da GOODMood in esclusiva su Audible da cui è stato tratto il romanzo omonimo edito da Sperling & Kupfer. Il podcast, scritto da Andrea De Nisco e Maura Marenghi e interpretato da un cast di 26 doppiatori, racconta le vicende di due coppie e delle persone che girano loro intorno. Sempre a proposito di fiction, su Storytel ha debuttato Il ritorno, serie audio originale di Lone Theils. La trama è incentrata sul caso di una bambina scomparsa, su cui indaga la detective Signe Brask. Qui c’è un narratore onniscente che racconta e introduce i vari dialoghi. E c’è una sola voce, che in italiano è quella di Marco Cavalcoli.
  • Altri due podcast interessanti usciti negli ultimi giorni, entrambi a pagamento, sono OP – Omicidio Pecorelli di Raffaella Fanelli e Pornazzi di Melissa Panarello. Il primo, prodotto da Emons Record per Il Fatto Quotidiano e disponibile nella sezione premium FQ Extra, racconta l’inchiesta sul delitto irrisolto di Mino Pecorelli, il giornalista ucciso a Roma il 20 marzo 1979 con quattro colpi di pistola. Il secondo, prodotto da Storie Libere e disponibile su Storielibere PRO su Apple Podcasts, ripercorre la storia del porno.
  • Infine, altre due produzioni di Chora, sulle app gratuite. Diventare Zelensky, di Paola Peduzzi e Micol Flammini, ripercorre l’incredibile storia del presidente ucraino. Amare a marzo è invece la nuova stagione dello spassosissimo podcast di consulenze amorose di Guido Catalano.

💚 Nella nuova puntata di Parliamo di podcast, il mio caro meta podcast per Lifegate Radio, parlo della sfida della discoverability e di Tiresia, il podcast di Silvia Pelizzari sulla letteratura queer.

✍️ Qui potete segnalarmi nuovi podcast che avete ascoltato o state per lanciare voi stessi

Come sempre vi lascio anche qualche nuovo audiolibro.

  • Tutto il blu del cielo, di Mélissa Da Costa nella traduzione di Elena Cappellini e con la voce di Elisa Contestabile, la storia di una ragazza con una forma di Alzheimer precoce e inesorabile che decide di partire per un viaggio on the road (su Audible)
  • La malalegna, di Rosa Ventrella con la voce di Chiara Francese, la parabola di una famiglia pugliese tra la Seconda guerra mondiale e le lotte dei contadini salentini per strappare le terre ai padroni nel 1950 (su Audible)
  • Regina Rossa, di Juan Gómez-Jurado nella traduzione di Elisa Tramontin e con la voce di Elena Scalet, primo capitolo di una trilogia che ha per protagonista Antonia Scott, la nuova regina del thriller spagnolo (su Storytel)

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.