Nella prima uscita di The Spreaker from iHeart Dispatch abbiamo deciso di osservare cosa sta accadendo dal punto di vista degli ascolti e della creazione nel nostro Paese. E per farlo ci siamo “confrontati” con la Spagna, per due ragioni. La prima è che è sempre bene avere un benchmark di riferimento, specialmente se quel riferimento è un Paese per tanti versi simile al nostro. La seconda ragione è che la Spagna è l’unico Paese europeo, oltre all’Italia, a registrare una notevole crescita in termini di produzione e ascolto di podcast – nel solo mese di dicembre 2021 il 5% dei podcast creati appartiene ad autori spagnoli.

I dati in esame vanno da luglio a dicembre 2021. In generale, nella classifica dei Paesi in cui vengono prodotti più podcast troviamo la Spagna al quinto posto, dopo Stati Uniti, Italia, Brasile e Messico – questi ultimi due hanno fatto un deciso balzo in avanti in meno di due anni, passando rispettivamente dalla sesta e quinta posizione ai primi posti, e lasciando indietro la Gran Bretagna.

Nella produzione di podcast vediamo quindi l’Italia seconda solo agli USA (l’italiano è la terza lingua preferita nella creazione di podcast, dopo inglese e spagnolo): una crescita esplosiva nell’offerta di contenuti, quella italiana, che segnala anche il massivo ingresso di grossi player dell’editoria nel mercato dei podcast (vedi ad es. Gruppo GEDI).

Guardando la Top 5 italiana delle categorie più gettonate nella scelta creativa dei podcaster, al primo posto troviamo Cultura e Società (il 26% dei podcast ricade sotto questa categoria), seguita da Arte (13%), poi News (9%), Economia (8%) e Istruzione (7%).

Teniamo presente che Cultura e Società è una vastissima categoria a cui afferisce la maggior parte della produzione dei podcast (anche letteratura, biografie, show comici ecc. ricadono qui).

In Spagna la situazione cambia di poco: anche qui guida la Top 5 Cultura e Società con un 37% di podcast creati, poi Istruzione (13%), seguono ArteSalute e Benessere eEconomia – tutti con un 6% di podcast creati.

Se diamo un’occhiata invece agli ascolti, al primo posto tra la Top 5 delle categorie più seguite dagli ascoltatori in Italia troviamo Storia – che oltre al podcast più seguito in assoluto (quello di Alessandro Barbero) accoglie anche piccoli capolavori come Spazio70 di Nicola Ventura e Storia d’Italia di Marco Cappelli; News – con podcast quali Politics di Francesco Costa e Chiara Albanese e Stories di Cecilia Sala; al terzo posto, Cultura e Società – territorio multi-sfaccettato con podcast come Ai Confini di Massimo Polidoro e Mitologia: le meravigliose storie del mondo antico di Alessandro Gelain; a seguire Calcio, sottocategoria di Sports (tra i più ascoltati podcast citiamo Radio Nerazzurra e Realtà Genoana); infine, la specifica categoria Notizie del giorno, contenente podcast come Corriere Daily Le news di SkyTG24.

Nel 2020, nello stesso periodo, al quinto posto invece dell’attuale categoria Notizie del giorno c’era Economia – categoria che evidentemente in questi ultimi mesi non è più tra le preferite dagli ascoltatori, forse un segnale dei tempi che in qualche modo ci vogliono più curiosi del mondo e di ciò che accade ogni giorno, che di storie legate al business.

I nostri vicini spagnoli invece prediligono in assoluto l’ascolto di podcast della categoria Cultura e Società, che è poi la stessa che troviamo al primo posto nella Top 5 spagnola come podcast creati. Tra i più noti che mi vengono in mente e che guidano la testa delle categorie troviamo A Media Luz, “magazine culturale per nottambuli”, e Noche de Misterio dello scrittore Juan Jesús Vallejo; a seguire News, con podcast come Noticias Paralelas GMTpoi contenuti legati alla salute che ricadono nella categoria Salute e Benessere, come Saludesfera e Yo Puedo con TodoTecnologia – che in Italia parrebbe non essere tra quelle preferite, perlomeno di questi ultimi mesi – con podcast quali La Manzana Mordida e Retromatica; ultima categoria, Cronaca Nera, dove troviamo podcast quali Relatos para no dormir  e Criminopatìa.

Per questo primo numero è tutto, restate sintonizzati su The Spreaker Dispatch dove continueremo a condividere dati, numeri e analisi del settore.

Per scoprire quello che facciamo visitate il nostro sito. E se volete mettervi in contatto con noi 👉 marketing@spreaker.com

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.