Oggi sarà Chiara Sagramola, Head of AD Operations di Spreaker, a parlarci della sua esperienza a capo del team che cura e controlla l’inventory (garantendo brand safety e ad quality) e si occupa anche della vendita assicurando il giusto targeting.

CS: Complice l’importante crescita degli ascoltatori di podcast in Italia negli ultimi due anni, finalmente il termine “podcast” è a tutti gli effetti tra i sales deck delle agenzie e degli inserzionisti italiani. Un cambio di paradigma significativo per chi come noi lavora in una realtà prima in Italia per l’ascolto di podcast (7 mln ascoltatori unici al mese, dati Spreaker), e tra le prime al mondo per il supporto alla creazione, distribuzione e monetizzazione di podcast.

La nostra conoscenza dell’industria, unita alle competenze maturate nel mercato Usa (dove da tempo l’adv per i podcast è integrato alle strategie di vendita), permette al mio team di seguire al meglio sia le media agency italiane nella progettazione di campagne pubblicitarie sia i podcaster che intendono guadagnare dalla propria passione.

Il compito del mio team è quello di supportare le media agency nella pianificazione delle campagne per i loro clienti. Dato un target di riferimento, selezioniamo categorie (o gruppi) di podcast che abbiano un ascoltatore medio in linea con l’obiettivo della campagna. In più, garantiamo la qualità del contenuto verificando che ogni categoria abbia podcast di qualità da proporre, rimuovendo spam o violazioni di copyright, monitorando costantemente le novità, scovando i “top” da proporre per l’adv plan e altro.

Ora in Italia stiamo lavorando molto in modalità direct sale: grazie alla conoscenza dell’inventory, selezioniamo i podcast più adatti al tipo di target da raggiungere, creiamo e gestiamo la campagna, offrendo agli inserzionisti un report in cui possono verificare, tra le altre cose, su quali podcast la loro campagna è effettivamente girata. Al centro c’è sempre l’attenzione alla brand safety degli inserzionisti e la garanzia di poter accedere a contenuti di qualità.

Recentemente, abbiamo anche stretto una partnership con uno dei centri media italiani più noti, un accordo di valore per noi e un segnale importante per il settore in Italia.

Il secondo focus del nostro lavoro è quello di garantire a tutti i podcaster che partecipano al piano di monetizzazione di avere dei guadagni: anche in questo caso, al centro c’è la sicurezza del contenuto e il controllo di qualità delle ad distribuite. Alla base di Spreaker c’è quindi una struttura preparata, con oltre 12 anni di esperienza, che lavora attivamente in supporto alla vendita, consigliando a chi compra quale può essere il modo migliore per farlo e offrendo delle proposte vantaggiose per le aziende e per i podcaster.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.