I consigli d’ascolto

  • «Se tenessimo un minuto di silenzio per ogni lavoratore che si stima sia morto a causa dei lavori di costruzioni per la Coppa del Mondo in Qatar, le prime 44 partite del torneo si giocherebbero nel completo silenzio». Inizia così, con questa frase che mi ha fatto venire i brividi, Sabbia. Il podcast, prodotto da Radio Sportellate e disponibile su Spotify, racconta quello che c’è dietro a questi mondiali attraverso quattro puntate che mi hanno tenuta incollata alle cuffiette e mi hanno chiarito ancora meglio quello che già avevo letto in vari articoli. Un racconto completo, quindi, che tocca tutti i temi centrali di questa vicenda: la Kafala (ossia lo strumento utilizzato per sfruttare la manodopera), la corruzione tra gli alti vertici della FIFA, gli scandali politici, le discriminazioni, le privazioni dei diritti fondamentali dell’uomo e di come uno stato delle dimensioni poco più grandi dell’Abruzzo, prevalentemente desertico e privo di qualsiasi tradizione calcistica, sia riuscito a ottenere l’assegnazione della manifestazione sportiva più importante di tutte.
  • Nell’immaginario comune l’unicorno è una creatura leggendaria, che simboleggia magia e purezza. Nel 2013 la business angel Aileen Lee utilizza per la prima volta questa parola per definire le startup che raggiungono una valutazione di mercato di oltre un miliardo di dollari. L’unicorno – la startup che voleva salvare il mondo dalla plastica (nato dalla collaborazione tra Will Media e Boats Sound, disponibile su tutte le piattaforme di ascolto gratuite) racconta l’ascesa e la caduta dell’unicorno italiano Bio-on, azienda fondata da Marco Astorri e Guy Cicognani che voleva salvare il mondo dalla plastica. Sì, perché Astorri nel 2007 ha un’intuizione e ci crede, va a fondo, studia, vola fino a Honolulu, passa giorni e notti davanti al monitor per capire come realizzare un progetto così ambizioso. E ce la fa: riesce a sviluppare un polimero totalmente naturale che ha le stesse prestazioni della plastica, è altrettanto versatile e soprattutto è in grado di biodegradarsi in acqua in soli quaranta giorni. Così Bio-on diventa uno dei rari unicorni italiani, raggiungendo 1,3 miliardi di euro di valutazione in borsa. Un sogno che però viene interrotto il 24 luglio 2019, quando Astorri e tutto il Paese sono costretti scendere dal dorso dell’unicorno.
  • Quello che più mi sta piacendo di In circolo, nuovo podcast prodotto da Chora Media e promosso Maire Tecnimont disponibile sulle app gratuite, è che credo centri in pieno lo scopo che si prefigge. Ovvero quello «di rendere fruibile un tema complesso che spesso viene trattato in maniera molto tecnica, ma che in realtà ha un grande impatto nella vita di tutti noi cittadini». Il tema è la chimica verde, quella che vuole eliminare l’inquinamento ambientale attraverso programmi di prevenzione sostenibili dedicati. E lo fa spiegando tutto da ogni punto di vista, chiarendo che far cambiare le cose è una volontà politica, che necessita di tecnologie adatte e di conoscenza accessibile e comprensibile da tutti.


    Tra le altre uscite della settimana che mi sono piaciute segnalo Globo, nuovo interessantissimo podcast de Il Post condotto da Eugenio Canu che ogni settimana approfondisce fatti esteri, Paper (disponibile su One Podcast) che spiega come la scienza diventa scienza attraverso le pubblicazioni scientifiche dette dell’editoria accademica, appunto, “paper” e Terzo incomodo, dedicato ai più celebri triangoli amorosi della storia.

Tra gli audiolibri ne segnalo due disponibili su Audible: Greenlights, L’arte di correre in discesa, scritto da Matthew McConaughey letto da Francesco Prando che racconta i primi cinquant’anni di vita dell’autore, e Il vizio dell’agnello di Andrea G. Pinketts letto da Riccardo Forte in cui il detective conosciuto come Dottor Totem indaga su una bambina che avvelenava i piccioni in piazza Duomo e ora punta a una vittima più prelibata, l’uomo. Il terzo consiglio, disponibile su Storytel, è La leggendaria storia di Heisenberg e dei fisici di Farm Hall che ti farà scoprire le vicende dello scienziato tedesco Werner Heisenberg e di altri nove fisici che vengono arrestati dagli americani e rinchiusi in una villa nella campagna inglese, Farm Hall.

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Leave a Reply

Your email address will not be published.