Andiamo ad abitare insieme?

di Giulio Gaudiano

Gabriele è confuso, sbatte le palpebre e aggrotta le sopracciglia. «Mi stai chiamando perché conoscevi il nostro progetto?», domanda con il cellulare incollato all’orecchio. «Oppure perché hai avuto la mia stessa idea?».

Dall’altra parte della chiamata c’è un podcaster appassionato che sogna, insieme a tanti altri podcaster, di creare un luogo in cui chiunque possa scoprire il mondo dei podcast, comprenderne il valore culturale e sociale e provare a fare podcasting in prima persona.
Quel podcaster sono io.

I podcast hanno trasformato la mia vita. Era il 2008 quando insieme a Valentino Spataro ho trasformato le nostre chiamate Skype nel podcast Caffé 2.0.
Qualche anno dopo insieme a una piccola community di appassionati di marketing, comunicazione e startup ho creato Strategia Digitale, il primo podcast di business in italiano.
Insieme agli allora pochi podcaster italiani nel 2016 ho dato vita al Festival del Podcasting, un evento annuale di incontro tra coloro che lavorano nel mondo del digital audio e fanno podcast, per ricordare il passato, cogliere le opportunità del presente e immaginare insieme il futuro del podcasting in Italia.

Franco Solerio, conduttore del podcast Digitalia, spiega durante l’ultima edizione del Festival del Podcasting le innovazioni introdotte dal movimento Podcasting 2.0, condotto dal co-inventore del podcast Adam Curry

E nel 2020 insieme ad alcuni amici podcaster, producer e giornalisti ho creato l’ASSIPOD – Associazione Italiana Podcasting, per promuovere la cultura del podcasting in Italia.

I soci fondatori di ASSIPOD – Associazione Italiana Podcasting 

In questa storia c’è una parola che ricorre più di altre: insieme. I podcaster in Italia hanno saputo essere uniti più di altre categorie di creator. Hanno saputo collaborare, condividere difficoltà e gioie, problemi e opportunità, sia quando il podcast era una roba da nerd, sia quando è diventato di moda.

Oggi la domanda è: il podcast è un prodotto digitale di intrattenimento e informazione come tanti altri, o ha qualcosa in più?

L’esperienza comune tra molti ascoltatori seriali di podcast e podcaster è un senso di connessione: connessione tra chi ascolta e chi parla, connessione tra ciò che viene detto e ciò che è vissuto realmente, connessione tra la parola che stimola attraverso l’immaginazione la creazione di immagini mentali, pensieri, idee differenti per ciascuno. Questa connessione ci porta ad essere nuovamente insieme.

Il desiderio di scoprire il podcast insieme a chi non li ha mai ascoltati, di creare podcast insieme ad altri, di riflettere insieme sul potenziale e sull’impatto culturale e sociale dei podcast ci ha portato a cercare un luogo che potesse essere una casa per i podcaster.

La Casa del Podcast è stata creata all’interno di Technotown – Hub della scienza creativa, all’interno del Villino Medioevale di Villa Torlonia, a Roma

Ecco il perché di quella telefonata dalla quale abbiamo iniziato.

Grazie, ancora una volta, alla connessione tra persone ho avuto tra le mani il numero di telefono di Gabriele Catanzaro, responsabile scientifico di Technotown – Hub della Scienza Creativa del Comune di Roma. Da quella telefonata è nato, in poco meno di un anno, l’accordo con Zétema Progetto Cultura che gestisce tra le altre cose il villino in stile medioevale all’interno di Villa Torlonia dove ha sede Technotown.

Proprio lì, in un’oasi al centro di Roma in cui si fondono natura e cultura, il 18 giugno abbiamo inaugurato la Casa del Podcast, il primo luogo di questo genere in Italia.

I podcaster soci di ASSIPOD hanno fisicamente realizzato i pannelli, elaborato testi, registrato le audio guide e fatto in modo che tutto fosse accogliente. Professionisti e professioniste di vari settori hanno scelto di prendere un pennello o la pistola per la colla caldo, offrire il proprio tempo e collaborare all’allestimento di un luogo per tutti.

Oggi presso la Casa del Podcast è possibile:

  • scoprire la Storia del Podcast in un percorso espositivo
  • fare la prima esperienza da podcaster partecipando ai laboratori di podcast con l’aiuto dei tutor
  • partecipare agli incontri mensili organizzati da ASSIPOD sulle novità, i trend, le opportunità nel mondo dei podcast
  • immergersi nella Settimana del Podcast, l’evento annuale che quest’anno ha luogo dal 21 al 25 giugno, con un corso intensivo gratuito di podcast in stile bootcamp chiamato PodCamp, performance di podcast dal vivo e incontri per approfondire l’impatto culturale e sociale del podcast in Italia

La Casa del Podcast ospita un percorso espositivo sulla storia del podcast e quattro postazioni per i laboratori di podcast e le performance di podcasting dal vivo

C’è un detto che recita: se vuoi andare veloce vai da solo, se vuoi andare lontano vai insieme ad altri. Per essere insieme ci vuole un luogo e ora, grazie alla Casa del Podcast, un luogo c’è.

Sul sito casadelpodcast.it trovate tutte le info per visitare la Casa del Podcast e sul profilo Instagram @casadelpodcast potete seguire ciò che accade ogni giorno in questo luogo.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.